Cos’è l’analisi bioenergetica
Si tratta di un metodo nato in America, negli anni Sessanta, con Alexander Lowen, allievo di Wilhem Reich. In Italia l'Analisi Bioenergetica è stata riconosciuta ai sensi della Legge 56/89.

Si tratta di un metodo nato in America, negli anni Sessanta, con Alexander Lowen, allievo di Wilhem Reich.

In Italia l'Analisi Bioenergetica è stata riconosciuta ai sensi della Legge 56/89.

Il percorso di terapia bioenergetica è basato su un approccio sia psichico che corporeo, con l'obiettivo di fornire tutti gli strumenti per l'accettazione di se stessi, dei limiti e delle risorse, in modo tale da acquisire maggiore consapevolezza, riuscire a esprimere i sentimenti e avere padronanza di sé. L'Analisi Bioenergetica, infatti, considera la persona nella sua totalità: il suo passato, il presente, i pensieri, i disturbi emotivi e quelli fisici.

Per favorire l'integrazione olistica fra il corpo e la mente, prevenire e ridurre le tensioni psicofisiche, la prof.ssa Invitto utilizza una serie di esercizi, a partire dalla respirazione profonda, sino al rilassamento di mente e corpo. Le tensioni avvertite a livello muscolare, infatti, sono la conseguenza che i conflitti psichici hanno sul fisico incidendo soprattutto sulla respirazione e sulla mobilità.

La respirazione superficiale riduce l'apporto di ossigeno e il livello energetico diminuisce, con il rischio di bloccarsi a tre livelli: psichico, emozionale e fisico. Necessario, quindi, che l'energia scorra nel corpo, soprattutto coinvolgendo le parti che hanno contatto con l'esterno: braccia, gambe, piedi e organi di senso.

Con l'Analisi Bioenergetica, la tensione muscolare viene trattata a tre livelli: indagini sull'origine delle situazioni che si riferiscono alla prima e alla seconda infanzia; il significato attuale tenuto conto del carattere della persona; gli effetti sull'organismo, cioè sul funzionamento del corpo.

Per le esperienze di tipo regressivo, finalizzate all'interpretazione dei sogni e all'elaborazione di situazioni di transfert, con l'Analisi Bioenergetica il paziente non conosce solo la posizione sdraiata, ma quella in piedi (il grounding). L'indagine così condotta è finalizzata a definire la sua capacità di stare in piedi e muoversi nella realtà come persona matura. Persona che resta con i piedi per terra, perché sa chi è e riconosce la realtà in cui si muove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *